Torre del Greco

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • black color

Annunci

Immagine attiva
Kimia C.so Resina 390 Ercolano (NA)
Home arrow Notizie arrow Sport arrow TURRIS - POMIGLIANO: 2-1
TURRIS - POMIGLIANO: 2-1 PDF Stampa E-mail
Scritto da andrea   
martedì 13 aprile 2010

ImageLa Turris dopo tre ko consecutivi ritrova la vittoria ai danni del Pomgiliano. Gara spigolosa ed equilibrata quella vista al Liguori, dove ha prevalso il maggior carattere mostrato dagli uomini di Mandragora, bravi nel trovare le energie giuste dopo momentaneo pareggio degli ospiti. Tre punti fondamentali nel discorso salvezza, visto il pareggio del Bitonto nell’anticipo del sabato, che permette ai corallini di allungare il distacco da quest’ultima ora a nove lunghezze.

Il presidente dopo la sfuriata della settimana si attendeva una seria risposta da parte del gruppo, che non ha disatteso le promesse. Numerose le assenze, da una parte come dall’altra. Turris priva infatti degli squalificati Russo, De Carlo, Prisco e Celiento, mentre in casa granata pesava non solo la stangata del giudice sportivo, out Rea, Auricchio, e D’Imporzano, ma anche un’infermeria decisamente affollata, con Guadagno, Nicoletti e Iervolino fermi ai box. Scelte dunque forzate per il tecnico Mandragora. In difesa fiducia ai centrali Grillo- Noviello, con Coppola riproposto sulla corsia di destra; a metà campo solito assetto con i centrali Visciano e Teta e gli esterni D’Ambrosio e Vivona; in avanti invece il duo Vitale- Longobardi. Scacchiere però stravolto dopo 38 minuti di gioco, quando Vitale è costretto ad uscire per un infortunio muscolare (si teme uno stiramento). Spazio dunque a Leccese, che va a sistemarsi sulla fascia destra, con Coppola avanzato a metà campo al fianco di Visciano, e Teta chiamato a fungere da seconda punta alle spalle di Longobardi. Buono l’avvio di gara dei biancorossi, che tra l’11’ ed il 12’ provano a pungere prima con Longobardi e poi con Vitale: non ne vengono però fuori grosse insidie per l’estremo difensore ospite, che blocca agevolmente in ambo i casi. Brivido per i padroni di casa al minuto 22: sugli sviluppi di una punizione calciata da Ramora, la sfera attraversa pericolosamente l’intero specchio della porta, con D’Avanzo che manca di un nulla l’impatto di testa. Pomigliano di nuovo pericoloso su punizione al 28’: insidiosa la parabola disegnata da Di Domenico, buona però la risposta di Sorrentino, che devia in corner. La sagra delle occasioni scaturite da calci piazzati si allunga fra il 46’ ed il 47’, stavolta entrambe di marca corallina: prima Longobardi non ci arriva di testa su punizione di Teta, poi Grillo, sotto misura, spara alto sulla traversa sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa ci prova subito Teta su punizione (dal limite), mancando di poco lo specchio della porta, e proprio dai piedi di Teta, al 10’, prende il via l’azione che porta al vantaggio corallino. Perfetta l’apertura per D’Ambrosio, che dalla destra serve in area Longobardi: micidiale il colpo di testa dell’avanti corallino, che non lascia scampo a Sorrentino. Turris vicina al raddoppio cinque minuti più tardi, ma Sorrentino sceglie bene il tempo in uscita e sbarra la strada ad un lanciato Teta. Ottima, al 18’, la risposta di Sorrentino a Ramora, con l’estremo difensore di casa che si rifugia in corner. Al 32’, sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina, il pari dei granata: di Alizzi la zampata vincente. Passano però cinque minuti, e la Turris trova il colpo da tre punti. Di Noviello, al terzo corner consecutivo, il colpo di testa che fa esplodere l’esultanza del Liguori, ma non quella del giocatore dopo le vicende settimanali, che lo hanno visto protagonista. Nel finale di gara a niente è valsa la sterile reazioni degli ospiti, che vedono allontanarsi il discorso play off, con la conseguente vittoria del Forza e Coraggio.
 
Turris (4-4-2): Sorrentino, Coppola, Noviello, Grillo, Montariello (43’ st Melcarne), D’Ambrosio, Visciano, Teta, Vivona, Longobardi, (47’ st Cuomo), Vitale (40’ pt Leccese). All. Mandragora. A disposizione: Prete, Cassese, Galluccio, Savino.
Pomigliano (4-4-2): Sorrentino L., De Santo, Di Domenico, Mollo, Lomasto, D'Arienzo, Villino (56' Lo Coco), Giliberti (77' Cini Noya), D'Avanzo, Ramora (68' Alizzi), Sorrentino G. All. Corino. A disposizione: Violante, Sito, Mauro, Fucci.
Arbitro: Rizzo di Barcellona Pozzo di Gotto.
Marcatori: Longobardi al 9’st, Alizzi al 32’st, Noviello al 37’st.
Note: spettatori 500 circa con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: Montariello, Longobardi, Leccese, Lomasto, Villino. Espulso Leccese al 46’ st per somma di ammonizioni. Angoli: 6-5 per la Turris. Recuperi: 2’ pt, 4’ st.

Fonte: Forzaturris.it

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

Login utente

Articoli correlati