Torre del Greco

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • black color

Annunci

Immagine attiva
Kimia C.so Resina 390 Ercolano (NA)
Home
Mandreagora, Gaglione e Longobardi nel dopogara PDF Stampa E-mail
Scritto da andrea   
giovedì 21 gennaio 2010

ImageVolti della rivincita in casa Turris, dopo la sconfitta di sette giorni fa con l’Angri. «Oggi si è vista tutt’altra Turris rispetto a domenica scorsa - commenta il tecnico Mandragora – evidentemente la lezione rimediata ci è servita. Oggi ho capito una cosa importante, che per giocare a Torre del Greco ci vuole fede, se non la si sente dentro non si può indossare questa maglia. I risultati caratteriali si sono visti, giochiamo l’uno per l’altro, anche se non dobbiamo esaltarci più di tanto perché continuiamo a fare errori banali come in occasione del goal loro, che non possiamo permetterci. Ho visto una Turris che ci ha messo cuore e ha seguito le mie indicazioni contro una squadra forte, allenata da un ottimo allenatore quale Pino Giusto. Vincere contro il Matera era per noi un imperativo categorico, ma il cuore e la determinazione che oggi i ragazzi hanno profuso sono stati encomiabili. Stiamo crescendo come gruppo, in termini di intesa e sintonia collettiva intendo. Oggi tutti si sono comportati alla perfezione, eseguendo senza sbavature ciascuna delle indicazioni impartite. I prossimi tre derby contro Sibilla, Pianura e S. Antonio Abate? Gare probanti, ma ci penseremo di settimana in settimana. Se la vera Turris è quella vista oggi, pur mantenendo costanti tensione, umiltà e spirito di sacrificio, qualche preoccupazione di troppo in prospettiva di certi impegni di sicuro viene a cadere.

Chiaro però che mai abbasseremo la guardia e mai permetteremo ad una vittoria, per quanto bella e netta come quella di oggi, di minare quell’equilibrio e quella mentalità che a fatica abbiamo acquisito». Anzitutto il gruppo, dunque, col discorso che poi scivola su qualche singolo. «D’Ambrosio migliore in campo? Non mi va di fare graduatorie, ma la gara di oggi ne attesta una crescita costante e proficua. Aveva solo bisogno di fiducia. Teta? Oggi è partito dalla panchina per questione di equilibri da far valere nell’immediato, ma me lo tengo ben stretto. La sua gran qualità ci sarà preziosa. Russo? Una bandiera di questa Turris». Del pari soddisfatto per il piglio dei suoi il presidente Gaglione. “È questo lo spirito con cui dobbiamo sempre lottare, contro ogni avversario. In occasione del pari del Matera ho creduto che avessimo ripreso a farci del male da soli, ma la reazione del gruppo ha poi attestato ben altra realtà”. Quindi lui, quel Longobardi a segno per la quinta volta in tre gare. “Contava solo reagire a dovere dopo la sconfitta contro l’Angri, ed il carattere che abbiamo espresso credo rappresenti la risposta più importante. Il mio score? Sono grato alla Turris per l’occasione che mi ha dato ed il bene di questa squadra per me ora ha la priorità su tutto il resto”.

Fonte: Forzaturris.it

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

Sondaggio

Qual'è il tuo giudizio sulla differenziata a Torre del Greco?
 

Che tempo fa...

Temp: °
Wind Chill: °
Umidità: %
Velocità:  
Direzione.: °
Barometro.:  
Visualizza più dettagli
Servito da: 

Login utente

Utenti Online

Nessun utente online

Statistiche Comunità

32777 registrati
1787 M
30989 F
0 questo Mese