Torre del Greco

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • black color

Annunci

Immagine attiva
Kimia C.so Resina 390 Ercolano (NA)
Home arrow Notizie arrow Sport arrow La Turris torna a vincere al Liguori, 2 a 1 alla Casertana
La Turris torna a vincere al Liguori, 2 a 1 alla Casertana PDF Stampa E-mail
Scritto da andrea   
domenica 15 novembre 2009

ImageStadio Amerigo Liguori, Torre del Greco -  La partita inizia male e finisce anche peggio con i falchetti inopinatamente sconfitti in questo mezzo testa coda. La Turris gioca una partita gagliarda e, tutto sommato, merita, alla fine di vincerla. Due gol, uno all’inizio e un altro alla fine fissano il punteggio.

La Casertana paga le troppe svagatezze difensive e un atteggiamento un po’ supponente di fronte al grande furore agonistico degli avversari, pronti sempre a pungere in contropiede, approfittando degli errori di misura di molt passaggi che rendono sterile il predominio territoriale dei falchetti. Stavolta, anche Feola va in confusione togliendo dalla gara Guadagnuolo, che era sto l’unico veramente in grado di impensierire la Turris fino al momento della sostituzione. E, paradossalmente, proprio quando feola decide di coprirsi di più, la gara gli sfugge definitivamente di mano.

LA CRONACA: Vecchi difetti. La Casertana entra in campo con una mentalità sbagliata. Approccio morbido e stavolta la fortuna non l’aiuta com’era successo altre volte. E così la partita dei falchetti inizia in salita. Difesa in bambola su un cross di Vitale dal lato corto dell’area, Russo lasciato incredibilmente solo, che indirizza di tacco e di giustezza alle spalle di Schiavella.
Il Liguori si infiamma e anche la Turris. I rossoblu rischiano di precipitare due minuti dopo quando D’Angelo ha sul piede la palla buona per il raddoppio. Provvidenziale la deviazione in angolo di Florindo, che riscatta parzialmente la prestazione della difesa, in piena confusione nel primo quarto d’ora.

Solo dopo il ventesimo la Casertana dà segni di risveglio. Al minuto ventuno sono, in rapidissima successione, Olcese e Guadagnuolo a suonare la carica e ad esaltare il portiere dei corallini Sorrentino, che prima respinge una battuta dal limite dell’argentino, poi fa un miracolo su Guadagnuolo che aveva raccolto la sfera a centro area.

Ma i falchetti non ci stanno con la testa, Cinque minuti dopo Giocondo si mangia un gol mastodontico, fallendo il più facile degli appoggi a porta vuota, dopo che il solito Vitale aveva asfaltato per l'ennesima volta stralunato Stigliano sull’out destro.

La Casertana attacca a testa bassa offrendo il destro al contropiede della Turris, ma alla mezzora sfiora ancora il pari con Guadagnuolo che tira sui piedi del portiere, mentre avrebbe potuto appoggiare a Monaco comodamente appostato nell’area piccola.
Il tempo si chiude ancora con i rossoblu in avanti, ma Olcese e Guadagnuolo non riescono a impensierire più di tanto Sorrentino, anche lui, al pari dei suoi compagni, apparso in giornata di grazia.

Negli spogliatoi, mister Feola si fa sentire. L’approccio dei suoi ai primi minuti del secondo tempo è diametralmente opposto a quello del primo tempo. Meno frenesia e più logica negli attacchi. E i frutti di questo cambiamento raziocinante, arrivano dopo due minuti. Monaco si conquista un calcio di punizione sulla destra. Batte Pinto, Raucci appostato sul secondo palo corregge in rete, dimostrando che quella delle palle inattive e della proiezione sulle stesse dei difensori in fase offensiva è un’arma importantissima, che è tornata a rendere solo sette giorni dopo la rete segnata da Florindo la settimana scorsa contro il Pisticci in casa.

Ma la Turris, oggi, è attraversata dal sacro fuoco dell’agonismo. Si gioca il derby alla grande e sfiora subito il vantaggio con l’indemoniato Vitale (miglior in campo fino ad allora) che per un soffio non arriva alla deviazione sull’invito di D’Ambrosio, impattato, invece, in seconda battuta da D’Angelo. Ma qui entra in scena Schiavella che mostra a tutti quanto è bravo.

Si gioca a viso aperto. Entrambe le squadre cercano la vittoria. Guadagnuolo resiste a una carica di Pepe e tira con decisone.Sorrentino interviene in due tempi.

Le sostituzioni dei due tecnici non convincono, dato che eliminano dalla contesa, da una parte Vitale e dall’altra Guadagnuolo, cioè coloro che più grattacapi avevano provocato alle difese avversarie. Mastroianni viene avanzato, ma è chiaro che Feola intende restituire equilibrio ala copertura di centrocampo che nella prima ora di gioco non ha funzionato affatto.

La sostituzione di Pinto è un momento emotivamente rilevanto: il torrese viene fischiato dai suoi concittadini e in campo vola pure qualcosa. Falco va ad operare da seconda punta, defilato sulla sinistra, all’altezza di Olcese.

Nonostante sia stato privato del suo compagno di reparto, che così bene l’aveva innescato fino ad allora, Russo si rende ancora pericoloso a un quarto d’ora dal termine. Savino non fa rimpiangere Vitale, fugge sulla fascia, assist per l’attaccante dei corallini, che tira a botta sicura. Il provvidenziale salvataggio di Raucci vale almeno quanto il gol segnato a inizio ripresa dal difensore.

A questo punto Feola capisce l’antifona e come i grandi allenatori di una volta, fa un ragionamento pratico: un punto è meglio di zero punti. Risultato: fuori Monaco, dentro il difensore Criscuolo.

Ma il cambio non rende e dopo una mezza occasione sprecata da Olcese, al centro dell’area, la Turris passa a dieci minuti dalla fine: calcio di punizione, ancora una volta ben battuto da D’Angelo; questa volta è il centrale corallino Noviello  a sfruttare la sua fisicità deviando imparabilmente alle spalle di Schiavella.

La partita finisce qua. Qualche cross, una palla sprecata da Mastroianni, ma il il Liguori festeggia e merita di farlo.


TURRIS - CASERTANA 2 - 1


TURRIS: Sorrentino, Pepe (10’s.t. Leccese), Giocondo, Coppola, Noviello, Follera, D’Ambrosio, Visciano, Vitale (10’s.t. Savino) , D’Angelo, Russo (39’ s.t. Baratto). A DISPOSIZIONE: Prete, Farella, Qualano, Letterese, ALLENATORE: Bruno Mandragora

CASERTANA: Schiavella, Simone, Stagliano, Bencardino, Florindo, Raucci, Monaco (30’s.t. Criscuolo)  Mastroianni, Olcese, Pinto (19 s.t. Falco)  Guadagnuolo (11’s.t. Torrens) A DISPOSIZIONE: Merola, Mautone, Moreno, Morra. ALLENATORE: Enzo Feola.
ARBITRO: Di Giamberardino di Roma
GUARDIALINEE: Mele e Lapenta di Moliterno
RETI: RUSSO (T.) AL 12'P.T, RAUCCI (C.) AL 3.S.T, NOVIELLO (T.) AL 35'S.T.
Calci d'angolo: 10 a 3 per la Casertana. Primo tempo, 6° 3 per la Casertana.
AMMONITI: D’Ambrosio (T.) Guadagnuolo (C.), già diffidatati, sarà squalificato per la prossima partita con la Virus Casarano), Pinto (C.), Torrens (C.)

Fonte: Casertace.it

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

Login utente

Articoli correlati