Torre del Greco

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • black color

Annunci

Immagine attiva
Kimia C.so Resina 390 Ercolano (NA)
Home arrow Notizie arrow Cultura arrow Lo storico Istituto Nautico cambia pelle
Lo storico Istituto Nautico cambia pelle PDF Stampa E-mail
Scritto da andrea   
giovedì 18 marzo 2010

ImageTorre del Greco ha sempre avuto nel mare una preziosa risorsa per la sua economia, la sua tradizione storico-culturale e artigianale. Tra gli anni ‘50 e ‘70 costituiva un formidabile serbatoio di forza lavoro per le grandi navi, sia da passeggeri che da carico ( i marittimi torresi superavano le 30.000 unità, fatto unico nel settore dell’intero territorio nazionale).
Negli ultimi tempi la crisi che ha investito gran parte del mondo lavorativo non ha risparmiato il comparto marittimo ed anche la nostra città, per ovvi motivi, ne ha risentito.
Fortunatamente, lo storico Istituto Nautico cittadino “Cristoforo Colombo”, situatto nella Villa Comunale, ha visto un incremento degli iscritti negli ultimi anni, grazie ad un’offerta formativa concreta e ad un’attenta gestione della dirigenza scolastica, ricoperta da Eugenio Casoria fino all’anno scolastico scorso e, a partire da quest’anno , da Lucia Cimmino.
Certo non manca qualche problematica strutturale, caratteristica che purtroppo accomuna buona parte dell’edilizia scolastica torrese, ma energia, idee e molta buona volontà da parte della dirigenza e dei docenti sopperiscono a tali lacune.
Su 100 diplomati degli istituti nautici solo sei o sette intraprendono la via del lavoro sul mare. Molti sono scoraggiati dai lunghi periodi di imbarco. Eppure, come ha dichiarato la dirigente Cimmino, oggi la flotta italiana è tra le più moderne e sicure del mondo: entro il 2012 saranno richiesti oltre ventiduemila addetti, di cui circa tremila su navi da carico e diciannovemila su navi da crociera.

La riforma scolastica prevede che, già a partire dal prossimo anno scolastico, l’Istituto Nautico cambierà “pelle”: Istituto Tecnologico Trasporti e Logistica, questo il nuovo nome, a cui corrisponderà un riassetto del piano di studi. Ci sarà un biennio di base comune, seguito da un biennio di indirizzo ed, infine, un quinto anno di specializzazione (gli studenti potranno scegliere tra “conduzione e manutenzione del mezzo” o “ conduzione e manutenzione degli apparati ed impianti del mezzo).
La scuola, inoltre, seguirà gli allievi diplomati indirizzandoli verso corsi I.F.T.S.( istruzione per formazione tecnica superiore) o un biennio post-diploma di istruzione tecnica superiore.
Il nuovo Istituto Tecnologico fornirà, inoltre, competenze per occuparsi di interazione tra ambiente e attività di trasporto, ampliando le opportunità di lavoro.

Fonte: Latorre1905.it

 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

Login utente

Articoli correlati