Torre del Greco

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • black color

Annunci

Immagine attiva
Kimia C.so Resina 390 Ercolano (NA)
Home arrow Notizie arrow Cronaca arrow Lunedì 24 novembre Torre del Greco in piazza per l’ospedale Maresca
Lunedì 24 novembre Torre del Greco in piazza per l’ospedale Maresca PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerio   
domenica 23 novembre 2008
 Torre del Greco. Due manifestazioni per risollevare le sorti del Maresca e quella dell’intera sanità campana. Oltre ai documenti politici, durante l’ultimo consiglio comunale svoltosi a Palazzo Baronale, si è discusso anche della necessità di protestare e far sentire la propria voce. Non solo della classe politica locale ma di tutta la cittadinanza. È questo l’obiettivo della protesta che si svolgerà lunedì 24 novembre ’08 alle ore 10 a partire dal pronto soccorso dell’ospedale Maresca fino al centro della città per consentire  a tutti di partecipare.

"Martedì sarà solo l’ultimo atto – spiega il vicesindaco Antonio Spierto – di un disastro che è stato già annunciato e non lo possiamo consentire. La manifestazione di lunedì è un momento fondamentale perché prenderà parte quasi tutto il personale dell’ospedale Maresca, medico e paramedico, e non temo di sembrare ripetitivo quando dico che è necessaria la collaborazione di tutti”.

L’intera amministrazione comunale sembra essere d’accordo sulla necessità di coinvolgere i cittadini e dare il giusto spessore ed importanza alla protesta.

“In qualità di medico – dichiara l’assessore alla medicina scolastica Olga Sessa – voglio spiegare in parole povere cosa vuol dire ospedale di primo livello perché forse non è chiaro a tutti. Se ci troviamo di fronte ad una gravidanza extrauterina la mamma in questione deve andare a Boscotrecase e potrebbe non esserci tempo. La cardiologia non avrà posti letto. Non ci saranno reparti di urgenza per le partorienti. L’ospedale di primo livello non ci tutela in nessun modo. Invito mamme, scolaresche, giovani, ragazzi, insegnanti a partecipare lunedì, ma anche martedì alla Regione. Dovrà esserci un vero e proprio sit-in per far ascoltare la nostra voce”.

Martedì 25 novembre in Regione si voterà per la definitiva approvazione del Piano di ridimensionamento della Rete Ospedaliera, ed in quella data la manifestazione della cittadinanza si dovrebbe spostare presso gli uffici della Regione.

“Condivido l’iniziativa di portare la manifestazione aldilà dei confini torresi, e di andare in Regione martedì. È un momento di aggregazione e di confronto che non ha colore politico. Questa amministrazione si è sempre battuta per il Maresca e non ci fermeremo ora”. “Se questo piano viene attuato – dichiara Angelo Nocerino – viene azzerato quello che è l’impatto con il paziente. Aldilà della classe politica, ora parlo come medico, questo piano è fatto per tappare i buchi economici ed amministrativi. Ad esempio al Maresca c’è un reparto nuovo di Fisiokinesiterapia con due palestre nuove e saranno chiusi, perché sono previsti due reparti simili all’ospedale di Boscotrecase. Abbiamo speso soldi inutilmente. La battaglia è per tutta la sanità, le fasce disagiate aumenteranno”.

Parole forti condivise da tutti aldilà del colore politico.

“Andiamo oltre le polemiche politiche – conclude l’assessore Liborio D’Urzo -  lunedì e martedì invito tutti a liberarsi dagli impegni ed esserci. Anche i commercianti devono fare la propria parte ed abbassare le serrande in segno di assenso. Solo cosi potremo riuscire a farci ascoltare”.

Veronica Mosca - fonte: capitoloprimo.it
 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

Login utente

Articoli correlati