Torre del Greco

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • default color
  • black color

Annunci

Immagine attiva
Kimia C.so Resina 390 Ercolano (NA)
Home arrow Notizie arrow Cronaca arrow Differenziata: il punto della situazione
Differenziata: il punto della situazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Valerio   
venerdì 06 giugno 2008
Dopo una serie di problematiche e difficoltà, il primo giugno ’08 è partita la raccolta differenziata porta a porta anche a Torre del Greco. Un obiettivo ambizioso visto che si tratta di un territorio che conta cento mila abitanti e non si avvale nemmeno delle isole ecologiche. I problemi e le difficoltà però non sono finiti. Molte persone ancora non hanno ben capito cosa sia la differenziata porta a porta, come vada effettuata, in che tempi, quando va depositata la spazzatura e dove. A riprova in molte strade della città ci sono ancora i cassonetti che la gente usava per l’indifferenziata. Cassonetti, che stando alle rassicurazioni del sindaco, dovevano già essere scomparsi. Cassonetti che la popolazione continua ad usare. “La differenziata porta a porta – dichiara il portavoce del sindaco Antonio Borriello – non ha compiuto neanche una settimana, è ovvio che ci sono delle problematiche e delle irregolarità da risolvere. In alcune strade ci sono ancora dei cassonetti, che stiamo provvedendo ad eliminare, ed è comprensibile che dopo poche giorni le persone ancora non ricordino con esattezza le modalità della differenziata, per questo stiamo continuando con le campagne di informazione”. Il rientro di una situazione ordinaria e di normalità per la questione rifiuti sembra ancora lontano però.“Purtroppo stiamo attuando la differenziata - continua Borriello – in una situazione di emergenza straordinaria. Lo smaltimento viene effettuato ma con fatica e questo non dipende da noi. La differenziata è come una filiera, se non collaborano tutte le parti in causa è difficile farla funzionare bene. Stiamo ancora attendendo, come gli altri comuni, le disposizioni finali dal commissario prefettizio, ovviamente stiamo cercando di provvedere per quanto possibile autonomamente a risolvere il problema e a continuare la differenziata. Qui non c’è mai stata la cultura di dividere la spazzatura e le persone devono abituarsi. Però è da lodare la partecipazione dei cittadini, che ci segnalano continuamente i problemi e le irregolarità di questo nuovo servizio in modo che possiamo risolverli in modo più tempestivo”. Sicuramente la cittadinanza è attiva perché stanca di camminare in strade inondate da rifiuti a mesi alterni per cui, anche se non ha mai diviso la spazzatura in casa, ha capito che è necessaria una maggiore collaborazione per smaltire i rifiuti in breve tempo. Veronica Mosca
Ultimo aggiornamento ( lunedì 16 giugno 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
Advertisement

Login utente

Articoli correlati